Tel. 070.883793 - Viale Colombo, 126, 09045 - Quartu Sant'Elena, Cagliari (CA) - farmaciamascaro@gmail.com

Sindrome metabolica

Cos'è e i consigli per curarla

La sindrome metabolica, conosciuta anche come sindrome pluri-metabolica e sindrome da insulino resistenza, è una combinazione – diffusissima – di alcuni disturbi di tipo cardiovascolare che possono porre ad alto rischio di infarto e di ictus. Ma non solo, la sindrome metabolica può essere un fattore predisponente anche la formazione di diversi tumori: della mammella, della prostata, dell’ovaio, del pancreas, del fegato, del rene e del cervello.

I disturbi che, assieme, determinano la sindrome metabolica sono:
  • Aumento della glicemia.
  • Ipercolesterolemia.
  • Iper trigliceridemia.
  • Ipertensione.


Quali sono le cause principali della concomitanza di questi disturbi?

Sicuramente molto dipende da una dieta squilibrata e da una condizione di insulino resistenza. Per insulino-resistenza si intende la diminuzione della capacità delle cellule di rispondere all’azione dell’insulina. Questa è un ormone prodotto dal pancreas ed è fondamentale per trasportare e immagazzinare il glucosio nelle cellule, che altro non è che una preziosa fonte di energia per l’organismo.

Anche l’obesità e la sedentarietà sono tra le cause dei disturbi che concorrono a determinare la sindrome metabolica. Infine, una parte di responsabilità è da attribuire anche a una predisposizione genetica.


Sindrome metabolica: diagnosi

Si fa una diagnosi di sindrome metabolica quando coesistono almeno 3 dei seguenti fattori di rischio:

  • Pressione arteriosa superiore a 130/85 mmHg
  • Trigliceridi ematici superiori a 150 mg/dl
  • Glicemia a digiuno superiore a 110 mg/dl
  • Colesterolo HDL inferiore a 40 mg/dl nell’uomo e 50 mg/dl nella donna.
  • Circonferenza addominale superiore a 102 cm nei maschi e a 88 cm nelle femmine.

Come abbiamo accennato, la sindrome metabolica aumenta il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari gravi, quali diabete, ictus, steatosi epatica (il cosiddetto “fegato grosso”, ovvero l’accumulo di grassi nelle cellule del fegato), oltre che una serie di tumori.


Come curare la sindrome metabolica

Curare la sindrome metabolica è, quindi, di fondamentale e per fare ciò è necessario agire su due fronti: da una parte controllare il peso corporeo con una dieta equilibrata, dall’altra abbandonare la sedentarietà e dedicarsi all’attività fisica.

La dieta è il primo passo per riequilibrare i valori della glicemia, della pressione e dei lipidi nel sangue. Vediamo insieme qualche consiglio utile da mettere in pratica a tavola per una dieta efficace contro la sindrome metabolica:

  • Non salare le pietanze.
  • Riduci i cibi ricchi di sodio.
  • Consuma più frutta e verdura.
  • Controlla il consumo di alcol.
  • Distribuisci uniformemente i nutrienti nei vari pasti, evitando di consumare solo carboidrati.
  • Non fare pasti troppo abbondanti, ma suddividi l’apporto calorico in almeno quattro o cinque pasti giornalieri.
  • Non associare due alimenti ricchi di carboidrati nello stesso pasto e consumali in abbinamento con cibi ricchi di fibra, come ad esempio le verdure.
  • Cucina evitando al massimo i grassi e gli oli. Puoi eventualmente aggiungerli a crudo!
  • Riduci al minimo il consumo di sale.

Come abbiamo detto, a una dieta equilibrata è necessario associare l’attività fisica costante. Lo sport, e il movimento in generale, è fondamentale per curare la sindrome metabolica perché apporta una serie di benefici:

  • Aumenta la sensibilità all’insulina.
  • Previene le malattie cardiovascolari.
  • Riduce i livelli di trigliceridi VLDL.
  • Aumenta il colesterolo buono HDL.
  • Abbassa il colesterolo cattivo LDL.
  • Abbassa la pressione arteriosa.
  • Favorisce la perdita di peso.
  • Aiuta a prevenire il diabete di tipo 2.


Per maggiori informazioni sulle buone abitudini per curare la sindrome metabolica e sull’integrazione puoi contare sul nostro consiglio: rivolgiti al team della nostra farmacia!