Tel. 070.883793 - Viale Colombo, 126, 09045 - Quartu Sant'Elena, Cagliari (CA) - farmaciamascaro@gmail.com

Attività fisica aerobica e anaerobica

Differenze, benefici, integrazione

Lo sport, qualunque esso sia, apporta tantissimi benefici all’organismo, inteso come corpo e mente. Ma non tutti gli sport e gli allenamenti sono uguali. La prima grande distinzione è tra attività fisica aerobica e attività fisica anaerobica.

L’esercizio fisico coinvolge non solo il metabolismo cellulare, al livello dei muscoli: tra i sistemi apparati coinvolti, l’apparato respiratorio gioca un ruolo fondamentale: grazie alla respirazione l’organismo può regolare lo scambio di gas tra atmosfera e sangue.

In base a quanto ossigeno serve all’organismo per generare energia nel muscolo quando si allena si distingueranno le attività aerobiche da quelle anaerobiche. Vediamole insieme nello specifico.


Sport/Esercizi aerobici

L’attività fisica aerobica è un tipo di allenamento che richiede uno sforzo medio/basso per un tempo prolungato. Per produrre energia il muscolo avrà assolutamente necessità di ossigeno, il quale è garantito dall’attività del sistema cardiovascolare.

Una volta terminato l’ossigeno, i muscoli inizieranno a produrre acido lattico e il lavoro fisico si trasforma progressivamente in anaerobico. Tra le attività/allenamenti di tipo aerobico vi sono:
  • Nuoto (a bassa intensità)
  • Corsa
  • Camminata veloce
  • Ciclismo
  • Salto alla corda
  • Sci di fondo

Quando la corretta alimentazione non è sufficiente e si desiderano migliorare le performance sportive si può ricorrere all’assunzione di integratori alimentari specifici per sportivi con l’obiettivo di aiutare a mantenere e a definire la massa muscolare e fornire un supporto nel recupero, nel caso degli sport di lunga durata.

Tra gli integratori con queste finalità, in farmacia potete trovare le barrette proteiche Pro Action Crispy Bar 30%, le compresse di aminoacidi a catena ramificata con vitamine BCAA 2:1:1 o l’integratore di proteine, carboidrati, creatina, glutammina e vitamine in polvere Gainer, sempre Pro Action.


Sport/Esercizi anaerobici

L’allenamento sportivo anaerobico, invece, richiede uno sforzo molto intenso ma di durata breve. Rientrano in questa tipologia di attività sportiva tutti quegli esercizi che prevedono scatti, corsa veloce, sollevamento pesi, e che necessitano pause di recupero tra una sessione e l’altra, come per esempio:

  • Piegamenti
  • Isometrie (plank, squat)
  • Esercizi di pilates
  • Pesi
  • Salto con l’asta
  • Salto in lungo
  • Salto in alto

L’allenamento anaerobico avviene in assenza di ossigeno per soddisfare la richiesta di energia elevata e/o impellente da parte del muscolo, o anche in condizioni di ridotto apporto di ossigeno (ipossia).

Chi desidera migliorare le proprie prestazioni negli sport ad alta intensità può implementare un’alimentazione sana con integratori che andranno assunti prima, durante e dopo gli allenamenti, in modo da garantire il giusto supporto energetico nelle diverse fasi dello sforzo fisico.

In farmacia abbiamo a disposizione diversi integratori con differenti formati, tra cui gli integratori liquidi Carbo Sprint di Pro Action in diversi gusti ottima fonte di energia e potenza, l’integratore alimentare di L-Carnitina e vitamina E Carnitine 1000 e Malto Dex, l’integratore integratore energetico di maltodestrine DE19 pure di altissima qualità in polvere, per un’energia a lento rilascio.

La gestione dell’energia, infatti, è un altro aspetto che segna la grande differenza tra attività aerobica e anaerobica.

Nello sport aerobico l’organismo attinge alla sua fonte di zuccheri solo nella primissima fase dell’allenamento, per poi trarre l’energia dai grassi. Per questo motivo chi desidera perdere peso velocemente opta per questo tipo di attività sportiva.

Al contrario, l’esercizio anaerobico richiede energia e ossigeno per intervalli di tempo brevi. L’organismo li recupera dagli zuccheri presenti nel sangue, nei muscoli e nel fegato.


Attività aerobica e anaerobica: i diversi benefici

Attività motorie diverse rispondono anche a obiettivi diversi dal punto di vista fisico. Se si desidera tonificare i muscoli, favorire la circolazione sanguigna e l’attività del cuore, migliorare la respirazione e la pressione del sangue, l’attività aerobica è quella più consigliata.

Questo tipo di allenamento se praticato con costanza può essere d’aiuto nella perdita di peso, oltre che essere un’importante prevenzione dal punto di vista tumorale e cardio-vascolare, e favorire la cura di ansia e stress.

Se, invece, si ha come obiettivo l’aumento del volume dei muscoli, il potenziamento di parti del corpo specifiche, il rafforzamento del sistema osteoarticolare, dei tendini e dei legamenti, l’attività anaerobica è la più consigliata. Questo tipo di allenamento è ideale per prevenire i traumi ai muscoli e ai tendini e per migliorare l’attività del cuore.

Abbiamo visto le diverse tipologie di allenamento, ma come scegliere l’attività fisica più adatta al proprio organismo?

Non farsi condizionare dallo sport di moda al momento è il primo passo per evitare danni! Ancora prima che per il tipo di obiettivo “fisico” si vuole raggiungere, bisogna scegliere l’attività fisica partendo dalla valutazione delle proprie condizioni di salute, per evitare infortuni o disturbi prevedibili.

Chi soffre di patologie a fegato, reni e cuore deve sempre consultare il medico prima di decidere che attività fare, così da sapere se ci sono eventuali limitazioni. Quindi niente fai-da-te, ma una consulenza mirata, accompagnata dalla visita sportiva specialistica che, se si frequenta un centro sportivo, è sempre richiesta al momento dell’iscrizione.

Altro requisito importante per scegliere l’attività fisica più giusta è che deve essere piacevole, divertente o fonte di soddisfazione. Questo è l’unico modo per mantenere alta la motivazione, condizione fondamentale affinché lo sport sia vissuto con costanza e, possibilmente, passione e possa così portare benefici nello stile di vita, anche a lungo termine.